SQUALI-BALENA E CASCATE A CEBU, FILIPPINE

SQUALI-BALENA E CASCATE A CEBU, FILIPPINE

Dopo esser partiti da Hanoi ieri notte, atterriamo a Manila al mattino presto. Staremo nelle Filippine per circa tre settimane. Sognando già spiaggie, isole e nuove avventure, abbiamo deciso di evitare la grande città di Manila e volare direttamente a Cebu.

Il nostro volo seguente Manila-Cebu con la compagnia Cebu Pacific ci porta nell’isola centrale delle Filippine verso mezzogiorno.

GIORNO 1 – ARRIVO A BOLJOON, CEBU

Sarà una lunga giornata di trasferimento per noi. Dall’aeroporto prendiamo un taxi per Cebu South Terminal, da cui gli autobus partono per collegare tutte le regioni dell’isola. I bus gialli della Ceres Lines sono il vettore principale, saliamo su uno direzione Oslob, la zona più famosa nel sud di Cebu soprattutto per gli squali balena. La nostra fermata è circa 20 chilometri prima di Oslob, in una cittadina di nome Boljoon, che raggiungiamo dopo un tragitto di 3 ore.

La nostra sistemazione si chiama La Bella Beach House, splendidamente situata sulla scogliera di fronte al mare. Siccome i proprietari sono via, ci accoglie la gentile Ana. Abbiamo ancora un paio d’ore di luce e decidiamo di affittare subito uno scooter e visitare il paese: come in tutta la nazione, gli spagnoli furono in Boljoon per più di 300 anni, tra i secoli 16° e 19°.

dove andare a cebu

Chiesa Parrocchiale di Boljoon

Gli effetti e le eredità di questa dominazione sono molto interessanti per diversi aspetti, dai nomi e le parole derivanti dallo spagnolo alla religione e architettura. La Chiesa Parrocchiale Nuestra Señora de Patrocinio di Boljoon ne è un chiaro esempio, costruita in stile pseudo barocco e rococò.

Al termine della messa facciamo una camminata fra le case, incontrando le facce stupite dei locali: siamo decisamente un’attrazione qui, ogni singolo bambino ci saluta festante e anche gli adulti ci pongono molte domande. In seguito ci spostiamo con metà paese nella palestra dove si sta giocando una partita di basket.

dove dormire a cebu

Il basket è lo sport nazionale nelle Filippine

Capiamo subito che religione e pallacanestro sono le fedi più forti in questo stato!

Per cena assaggiamo un paio di ottimi piatti tipici: il primo è l’adobo, ovvero un piatto di carne (qualsiasi tipo) o pesce cucinato con verdure, il tutto marinato in aceto, aglio e salsa di soia. Il secondo è il kare-kare, uno stufato con salsa salata di burro d’arachidi. Ritornando a La Bella pianifichiamo i nostri primi giorni nelle Filippine.

 

GIORNO 2 – CASCATE TUMALOG E AGUINID

 

Al mattino conosciamo Marcial e Melisa, i gestori, che ci danno il benvenuto con una deliziosa colazione filippina: riso, uova, salamino dolciastro, frutta. La Bella era la casa di famiglia che hanno deciso recentemente di affittare siccome vivono nella città di Cebu. Marcial e Melisa ci danno molte informazioni su cosa fare, dove, come e quando, ci innamoriamo subito dell’ospitalità filippina. Ci imprestano anche una borsa impermeabile che sarà fondamentale nei prossimi giorni. La posizione de La Bella Beach House sul mare è spettacolare, speriamo di avere del bel tempo per godercela appieno.

ostello cebu oslob

Vista mare da La Bella Beach House

Le Filippine comprendono più di 7.000 isole sparpagliate in migliaia di chilometri, percui non è facile prevedere il meteo. La stagione secca normalmente va da novembre ad aprile, siamo dunque verso l’inizio. Purtroppo però le previsioni danno acquazzoni tutti i giorni.

Non potendo goderci il sole puntiamo sulle cascate, presenti a decine a Cebu. Le Tumalog Falls sono molto popolari qui, hanno un salto altissimo: quando le raggiungiamo ha appena smesso di piovere, c’è tantissima acqua torbida, la vista è ugualmente impressionante, ma non ci fermiamo a lungo.

Tumalog cascata cebu come andare

L’impressionante cascata Tumalog

In seguito pranziamo in un tipico ristorantino filippino: alcune pentole sono disposte sul bancone, chiunque è libero di aprirle per vederne il contenuto e poi ordinare. Prendiamo del riso con carne di manzo per un prezzo incredibilmente basso, 50 pesos, neanche 1€!
Dopo pranzo continuiamo a guidare verso sud, oltrepassando la città di Santander sul capo meridionale di Cebu. Incrociamo altri viaggiatori che ci dicono che metà sezione delle più celebri Kawasan Falls è chiusa a causa dell’acqua troppo alta, e inoltre è molto intorbidita.

Quindi scegliamo di fare tappa alle Aguinid Falls, suggeriteci dai nostri amici de La Bella. Siamo accolti da facce sorridenti che saranno le nostre guide: l’entrata costa solo 40 pesos, ma è obbligatorio avere una guida (e dopo darle la mancia) visto che le Aguinid Falls scendono per 5 livelli diversi e bisogna proprio scalarle per arrivare in cima. E’ un’esperienza veramente emozionante, anche uno sforzo notevole ma ne vale assolutamente la pena!

La salita comprende pareti da scalare, tuffi, scivoli e vasche naturali, tutto in acque fredde e turchesi. Le guide ci fanno le foto e i video con la nostra fotocamera “gopro” impermeabile. Dopo quasi due ore rientriamo alla base, siamo felicissimi e lasciamo 1000 pesos alle nostre grandi guide. Facciamo ritorno a La Bella Beach House, esausti ma contenti.

Aguinid cascata Cebu quale più bella

A Million Travels @Aguinid Falls, Cebu

  

GIORNO 3 – PICCO OSMENA E RELAX @LA BELLA BEACH HOUSE

Un forte temporale martella Cebu per tutta la notte, e così l’indomani non possiamo nuovamente recarci a Kawasan. Proviamo ad andare verso nord e nell’interno, alla volta dell’Osmena Peak, la cima più alta dell’isola. La strada è bella, svoltando a sinistra dalla città di Dalaguete iniziamo a salire, mentre ci allontaniamo dalla costa il paesaggio inizia a cambiare, verdi colline salgono in cattedra. Sfortunatamente mentre saliamo, aumenta il vento e la nebbia diventa man mano più densa. Passiamo i 700 metri fra alcuni villaggi caratteristici: i bambini stanno uscendo da scuola, tutti si incamminano verso le proprie abitazioni, alcuni si fermano alle panetterie o ai fruttivendoli.

cebu oslob dove dormire economico

Bambini fuori dalle scuole

 

boljoon oslob ostelli

Una tipica casa filippina

Continuiamo ad andar su, la visibilità è ora ridotta a meno di 100m e ci chiediamo dove diavolo stiamo andando. Un ragazzo ci dice di proseguire ancora, finalmente arriviamo ad una sorte di campo base da dove ci si incammina su. Il vento è fortissimo, nebbia compatta, siamo a 1000 metri ma sembra di essere a 3000m! Vediamo alcune persone che hanno appena completato la camminata, sono fradici e coperti di fango oltre le ginocchia. Ma dopo aver fatto tutta questa strada non molleremo di certo ora! Anche se non siamo per niente preparati: siamo in pantaloncini ed infradito, una felpa e un k-way ci dovranno bastare.
Paghiamo l’ingresso (40p), ci avvisano di essere cauti e ci offrono una guida, ma rifiutiamo, al peggio torniamo indietro. Il sentiero è un denso strato di fango inizialmente, fatichiamo con i nostri lisci infradito e sandali. Come avevamo letto online, la camminata sarebbe relativamente facile in buone condizioni, non è ripida ed il sentiero è ben tracciato. Purtroppo le raffiche diventano davvero potenti e anche pericolose. A metà strada recuperiamo un gruppo di 4 ragazze con una guida, si stanno riparando dal vento dietro il fianco della montagna. Aspettiamo che le raffiche si calmino un po’ e continuiamo fino a raggiungere l’ultima piana prima del picco. Siamo vicinissimi ma non riusciamo a vederlo, la nebbia lo cela completamente. Decidiamo di non proseguire oltre, ci servirebbero sicuramente degli scarponi per cercare di rimanere in piedi in queste condizioni. Non abbiamo nessuna foto, non c’era altro che nebbia intorno a noi. Rientrando, sembriamo due che hanno appena fatto una lotta nel fango! E’ così bello scendere in moto, la temperatura risale poco a poco e ci scalda anche un po’ di sole.

In effetti quando raggiungiamo la costa, notiamo che il tempo non è mai stato così bello sinora, allora possiamo prendere un po’ di sole di ritorno a La Bella Beach House. Marcial e Melisa sono carinissimi da prepararci un angolino da sogno con sdraio, noci di cocco fresco (buko in lingua Tagalog), e accesso privato al mare.

la bella beach house vista boljoon cebu

Vista da sogno da La Bella Beach House!

Ci rilassiamo per un’oretta prima che il cielo ridiventi grigio. Possiamo immaginare che questo posto sia un paradiso durante la stagione secca, ne abbiamo avuto un assaggio ed è stato splendido. I proprietari stanno progettando di allargarsi in futuro. Ci mostrano anche la bellissima vista dalla stanza superiore (noi siamo al pian terreno). Svegliarsi così ti fa sentire bene!

La Bella Boljoon foto

Risveglio da sogno

Anche il nome La Bella ci aveva attirato, Melisa ci spiega che l’hanno preso dallo spagnolo che ha dato molte parole al Tagalog. La loro dolcissima bimba si chiama Arabella!

Prima del tramonto andiamo in paese a Boljoon per l’ultima volta, apprezziamo la vista dal suo punto panoramico, mangiamo spiedini alla griglia, e guardiamo un’altra partita di basket nella palestra. Domani lasceremo Cebu, ma non prima di aver avuto l’occasione di vedere i grandi squali-balena. Abbiamo lasciato questa attività per ultima, sperando che il tempo migliorasse.

boljoon cebu cosa fare dove stare

Vista dall’alto su Boljoon

GIORNO 4 – SQUALI-BALENA!

L’ultimo giorno ci svegliamo alle 5.30 e vediamo un timido raggio di sole, allora ci fiondiamo sulla moto in direzione Oslob. Gli squali-balena vengono attirati col cibo ogni mattina alle 6, per circa un’ora. Quando arriviamo lì sta già di nuovo piovigginando, ma c’è un sacco di gente! Paghiamo il biglietto (1000pesos), ascoltiamo le istruzioni (gli squali devono essere rispettati e assolutamente non toccati, anche se nonostante la loro dimensione vada dai 10 ai 12 metri e il peso di 20 tonnellate non sono pericolosi per gli umani, sono molto docili), e ci mettiamo in coda per salire su una della tante bangkas (barche). Mentre i turisti fanno la coda su una fila di barche, un uomo su una barchetta getta cibo in acqua per attirare gli squali.

Questa specie di spettacolo è considerato immorale da molti poichè gli squali-balena sono attirati vicino alla costa con grandi quantità di cibo diverso, secondo alcuni anche gamberi e tonno, cosicchè essi non necessitano più di spostarsi lontano alla ricerca del plancton che costituisce la maggior parte della loro dieta, e sanno dove trovare il cibo facilmente, il che inevitabilmente modifica le loro abitudini. La specie è ufficialmente a rischio, ma ciò a causa degli attacchi dei pescherecci che accadevano in passato. Adesso sono protetti, e finchè nessuno li tocca né ci sale sopra (abbiamo visto foto del genere), non dovrebbero essere danneggiati. Da ciò che abbiamo visto (non sappiamo con cosa li nutrano), l’organizzazione sembra prendersene cura, e si assicurano che nessuno si avvicini troppo per toccarli. Alla fine se non altro a Cebu sono nel loro habitat naturale in libertà e non confinati dentro un acquario. Guarda il video per vedere Ambra avvicinarsi a un gigantesco squalo balena!

Torniamo in tempo per mangiare un’altra deliziosa colazione con i nostri ospitanti, ma poi dobbiamo prendere un bus Ceres per arrivare in tempo al porto di Argao, da cui una nave cargo partirà alle 12 per portarci a Tagbilaran, Bohol, un’altra isola maggiore ad est di Cebu.

nave cargo argao cebu bohol tagbilaran

Nave cargo da Argao (Cebu) a Tagbilaran (Bohol), in partenza ogni giorno alle 12

Salutiamo e ringraziamo Marcial e Melisa, sono stati padroni di casa fantastici. Se vuoi esplorare Cebu, La Bella Beach House a Boljoon è una base perfetta: a Cebu ti servirà sicuramente un veicolo, e partendo da Boljoon ci sono moltissime attrazioni nei dintorni, sia a nord che a sud. E se non guidi, Marcial e Melisa organizzeranno per te tour e trasporti per tutta l’isola. Se siete un gruppo numeroso potete contattarli qui su AirBnB, e anche sulla loro pagina Facebook, potete affittare l’intera casa! Altrimenti dai un’occhiata alle foto delle stanze doppie qui su booking.

A Million Travels @La Bella Beach House Boljoon

A Million Travels @La Bella Beach House Boljoon

Nonostante il tempo siamo stati alla grande a Cebu e porteremo con noi ricordi bellissimi, adesso è ora di andare a Bohol per prendere un po’ di sole su spiaggie da sogno!
DOVE STARE A CEBU:
  • La Bella Beach House Boljoon, Cebu: splendida casa posizionata sugli scogli con vista mare, dolce famiglia ospitante; 15km da Oslob; possibilità di nuotare e fare snorkeling in loco, tour&trasferimenti disponibili per tutta Cebu.
    AirBnB: La Bella Beach House, Facebook @labellabeachhouse o Booking   
  • Puoi prenotare tutti i tuoi soggiorni nelle Filippine con cancellazione gratuita qui.
COME ARRIVARE A CEBU:
  • Volo Hanoi-Manila, 4h50m, Cebu Pacific a partire da 60$ a tratta;
  • Volo domestico Manila-Cebu, 1 ora, Cebu Pacific o Air Asia, da 20$ a tratta;
  • Taxi Aeroporto di Cebu-South Bus Terminal, da 30 a 60 min, 200-300pesos;
  • Bus Ceres da South Terminal a Boljoon, 3h, 140pesos/testa;
  • Nave cargo da Argao (Cebu) a Tagbilaran (Bohol), 3h30, prevista alle 4am e alle 12 ogni giorno; 200pesos/testa; leggi qui per più info.
SOLDI, CAMBI, INGRESSI:
  • Cambio: 200usd=10.050 Pesos Filippini;
  • Affitto moto: 500pesos/giorno; benzina:200pp/pieno;
  • Cascate Aguinid: 40pesos a testa+mancia per la guida (sui 500pesos);
  • Cascate Tumalog: 40pesos;
  • Picco Osmena: 40pesos;
  • Squali-balena, Oslob: 1000pesos/persona, 30 minuti.
ASSICURAZIONE DI VIAGGIO:
  • Mai partire senza un’affidabile assicurazione di viaggio. Anche se ti fidi di te stesso, non sempre puoi fidarti degli altri. Meglio prevenire che curare! Calcola il tuo preventivo qui.

4 Comments

  1. Furqan Rathore
    marzo 8, 2018 / 2:56 pm

    Noleggiare uno scooter in Cebu è sicuramente un’esperienza elettrizzante e anche un buon modo per risparmiare. Vi consiglio Book2wheel.com. E’ un sito di “motor bike sharing”.

    • amilliontravels
      Autore
      marzo 8, 2018 / 3:04 pm

      Ottimo, grazie del consiglio Furqan!

      • Furqan Rathore
        marzo 8, 2018 / 3:39 pm

        Grazie e complimenti per il tuo blog, un ottimo contenuto con fantastiche foto!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.