SULL’ISOLA DI PAMILACAN, BOHOL, FILIPPINE

SULL’ISOLA DI PAMILACAN, BOHOL, FILIPPINE

La piccola isola di Pamilacan, 12 chilometri dalla principale Bohol, sarà il luogo appartato in cui staremo nei prossimi giorni. Le sue dimensioni sono minori di 2 km in lunghezza e larghezza, circa 1.000 persone vivono qui.

Quando stavamo pianificando il nostro viaggio nelle Filippine, ci eravamo promessi che saremmo andati su qualche isoletta sperduta nel mezzo del nulla. I trasporti erano l’ostacolo principale in questo senso, per alcune destinazioni ci sarebbe voluto un giorno intero per raggiungerle e un altro per lasciarle. Alla fine abbiamo scoperto Pamilacan, piccolina, non turistica, ma neanche troppo lontana allo stesso tempo.

BOHOL

La nostra nave cargo da Argao (Cebu) attracca al porto di Tagbilaran verso le 15, sulla costa sud-orientale di Bohol. Da qui prendiamo un taxi per il molo di Baclayon, a circa 10 km di distanza: lì abbiamo appuntamento con chi ci ospiterà, portandoci con la sua bangka (canoa a bilanciere) a Pamilacan. Sfortunatamente il tempo non è dalla nostra, il vento si è alzato molto forte. Incontriamo Junior e il suo equipaggio, ce l’hanno fatta ad arrivare a Bohol ma ci dicono che non è possibile ritornare a Pamilacan in giornata poichè il mare è troppo mosso per la sua barca. Ci indirizzano gentilmente ad un hotel per viaggiatori in città, mentre loro dovranno passare la notte in barca! Siamo molto delusi di perdere una notte sull’isola, sognavamo di essere già lì.

pamilacan bohol

Come dicono in lingua Tagalog, “mabuhay”, benvenuto!

JUNIOR&NEMESIA’S COTTAGES

Per fortuna l’indomani il vento si è placato, sebbene il mare aperto sia ancora piuttosto mosso. Ma noi siamo già in costume, non ci dà fastidio qualche schizzo d’acqua! Dopo poco più di un’ora di navigazione raggiungiamo la splendida Pamilacan, l’approdo è magnifico e ci innamoriamo del posto nonappena mettiamo piede sulla sua spiaggia meravigliosa.

Junior, il padre, ci presenta la sua grande famiglia: sua moglie Nemesia e i loro 5 figli Samfornie, Krista, Nova, Noveno e la piccola Jane. Tutti aiutano nell’attività familiare, sulle bangkas per pescare o andare a vedere i delfini, nell’area ristorante per i pasti, e assistendo i clienti per ogni necessità. Conosciamo anche Melvin, un ragazzo tedesco di origine filippina che si è da poco trasferito a Cebu per incominciare una nuova vita. Nemesia ci mostra il nostro cottage, uno dei nove della loro gestione: siamo letteralmente sulla spiaggia a 10 metri dal mare! La casetta è decorata con conchiglie, muri e pavimenti sono costruiti in maniera tradizionale esclusivamente con bambù e nipa, ci sono due letti con rete anti-zanzare, e un bagno nella stanza adiacente: non c’è acqua corrente, ma impareremo subito ad usare la bacinella e risparmiare litri d’acqua ad ogni doccia!

Junior&Nemesia Cottages Pamilacan

I cottage da fuori…

 

Junior&Nemesia Cottages Pamilacan

…e da dentro

Sia Junior che Nemesia sono nati sull’isola, la famiglia Pingkian tiene molto all’educazione ecologica, sono ben consapevoli di vivere in un ambiente delicato che molti distruggono incoscientemente ogni giorno. Puoi leggere di più riguardo al loro progetto qui.

L’ISOLA DI PAMILACAN

La prima cosa che facciamo a Pamilacan è percorrerne il perimetro a piedi, ci vogliono circa 2 ore: è una passeggiata interessante, contornata da una vista incantevole.

cosa fare a bohol dintorni

La strada principale dell’isola!

In primis camminiamo lungo l’unica stradina che attraversa l’isola, per evitare la costa rocciosa; passando fra le abitazioni dei locali notiamo come la libertà regni sovrana sull’isola: niente cancelli, niente mura, gli animali circolano liberamente (galli, maiali, gatti, cani, mucche), e inoltre nessun’automobile, né traffico, né hotel, né internet… Solo pace! C’è una scuola, una chiesa, e ovviamente c’è anche un campo da basket!

basket filippine

Nelle Filippine si gioca a basket in ogni dove.

 

Quando ritorniamo sulla spiaggia sabbiosa, proseguiamo la camminata con i piedi a mollo. Vediamo molti uomini sulle loro bangkas, impegnati nell’attività più importante che è portare a casa il pescato giornaliero. Il sole splende finalmente, fa caldissimo. La spiaggia e le acque lunga la costa non sono ancora perfettamente pulite dopo che un tifone ha colpito la zona la scorsa settimana. Quando abbiamo quasi completato il giro, facciamo un bagno con dei bambini e poi rientriamo nel nostro cottage.

bohol cosa vedere

 

Ci servono il primo pranzo ed è ottimo come tutti gli altri pasti che mangeremo, a base di pesce fresco, riso, carne di pollo o maiale. Junior&Nemesia Cottages offre un soggiorno all-inclusive con 3 pasti al giorno. Oggi è domenica, giorno di riposo e di festa, l’evento a Pamilacan è il combattimento fra galli! Saliamo su per la collina dove sorge una piccola arena. Gli uomini portano in braccio i propri galli da combattimento, si riuniscono per una seria discussione per decidere se ci sarà o meno una lotta, siccome ci sono dei parametri da rispettare come taglie simili, età, peso. Quando un incontro viene stabilito, iniziano a scorrere i soldi, e anche le birre.

combattimento fra galli filippine

Pronti a combattere

Il combattimento in sè è molto sanguinoso, ai galli vengono legate aguzze lame alle zampe, e non c’è fine senza una morte. Assistiamo a due lotte che durano alcuni minuti, ma ci dicono che durante l’alta stagione, quando Pamilacan è più affollata dai turisti e dai locali che tornano da Manila, ce ne sono molte di più. Junior ci racconta che al momento tra 600-900 persone sono sull’isola, ma da gennaio il numero può salire fino a 2.000. Per ora siamo gli unici due stranieri qui, ci sentiamo ancora più speciali.

Al tramonto ci rilassiamo con un bel massaggio all’aria aperta, sono molto popolari qui e in generale nelle Filippine, e sono anche più economici che in Vietnam. Dopo cena ci sdraiamo in spiaggia per ammirare il cielo pieno di stelle: senza luci artificiali intorno possiamo vedere la Via Lattea ad occhio nudo!

tramonto filippine bohol

Bellissimo tramonto

 

stelle bohol cosa vedere

La Via Lattea!

DELFINI, BALENE, TARTARUGHE MARINE!

Il nostro secondo giorno ci svegliamo all’alba, il momento migliore per andare a vedere i delfini. Junior e un membro dell’equipaggio ci portano in mare aperto, sempre a bordo della loro bangka.

delfini balene bohol

Junior è un capitano molto esperto

Il mare non è calmo come speravamo, la prima mezz’ora non risuciamo a vedere nulla, finchè all’improvviso notiamo alcuni delfini nuotare rapidi non lontano. Mentre Junior spegne il motore per avvicinarsi con cautela, ci indica alcuni globicefali che si sono avvicinati dall’altro lato! Questi cetacei sono simili in dimensione ai delfini, ma sono più scuri quasi neri, e si muovono lentamente su e giù a pelo d’acqua il che li rende più apprezzabili ai nostri occhi rispetto ai delfini che sono sgusciati via velocemente. Si spostano in gruppi di più di 10 esemplari, spendiamo diversi minuti fra loro in assoluto silenzio, gli unici suoni sono le onde e il soffio dei globicefali che salgono in superficie, viviamo alcuni attimi incredibili di pura bellezza.

delfini bohol filippine

Un delfino alla nostra sinistra, con l’isola di Pamilacan sullo sfondo…

 

balene bohol filippine

E degli amichevoli globicefali alla nostra destra!

Al nostro ritorno sull’isola, Melvin ci guida a fare snorkeling, appena pochi metri dalla spiaggia di Pamilacan. Il fondale è variopinto, sebbene lui ci dica che non è terso come al solito, a causa del tifone. Melvin si sforza per una buona mezz’ora e ad un certo punto riesce a individuare una tartaruga marina che nuota in profondità, una bella sorpresa!

Il tempo su quest’isola sembra apparente, la gente si sveglia e va a dormire seguendo il sole, vanno a pescare, si prendono cura degli animali, riparano le barche o la casa quando serve, e si rilassano e si godono la vita quando non serve, uno stile di vita davvero privo di stress, basato sulla devozione e sulla riconoscenza per ciò che la natura offre.

Pamilacan mare bohol

Ambra si gode questo paradiso!

Dopo una cena squisita (Junior ci fa assaggiare un’enorme conchiglia cotta al vapore con un saporito mollusco al suo interno), ci sdraiamo sui lettini per farci fare un altro massaggio di un’ora, ‘sta volta direttamente sulla spiaggia, con il suono delle onde a cullarci.

Purtroppo il nostro tempo a Pamilacan è volato in fretta dopo aver perso la prima notte a causa del maltempo. Al mattino Junior con la figlia Krista e Melvin, ci porterà per l’ultima volta sulla sua bangka per tornare a Bohol, poi andremo in traghetto da Tagbilaran a Cebu (dove simao stati la settimana scorsa), da cui abbiamo un volo al pomeriggio per Palawan.

Nonostante il breve soggiorno è stata un’esperienza che ricorderemo per sempre, qualcosa di veramente diverso da una normale vacanza. Siamo molto grati a Junior&Nemesia, tutta la famiglia e lo staff, ci siamo sentiti benvenuti dall’inizio alla fine, anche quando non eravamo ancora fisicamente su Pamilacan la comunicazione è stata eccellente e già non vedevamo l’ora di arrivare.
Possiamo sinceramente raccomandare di soggiornare qui per più giorni con loro, per supportarli con il loro progetto ecologico di turismo responsabile in questo pezzo di paradiso. Junior&Nemesia’s Cottages oltre ad essere una perfetta fuga per coppie, è anche un’ottima idea per famiglie, con tante attività istruttive per bambini come vedere i delfini e le tartarughe, fare snorkeling, andare in barca e pescare. Per maggiori informazioni contattateli sul loro sito o direttamente sulla pagina Facebook.
Come dice il loro motto sul sito, siamo arrivati come ospiti e ce ne andiamo da amici!
Salutiamo e ci prepariamo per una nuova avventura: Palawan, arriviamo!
DOVE STARE A BOHOL:
COME RAGGIUNGERE BOHOL E PAMILACAN:
ASSICURAZIONE DI VIAGGIO:
  • Mai partire senza un’affidabile assicurazione di viaggio. Anche se ti fidi di te stesso, non sempre puoi fidarti degli altri. Meglio prevenire che curare! Calcola il tuo preventivo qui.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.